Questo sito  fa uso di cookies per migliorare la navigazione.  Per conoscere i cookies usati da questo sito, vi invitiamo a leggere la  privacy policy.
 
 
 
RIVENDITA TABACCHI
 
» Ho venduto la mia rivendita da circa tre anni, vorrei acquistarne un'altra è possibile?
Il titolare di una rivendita che abbia rinunciato ad una rivendita non può procedere ad acquistarne un'altra prima che siano trascorsi cinque anni. 
 
» Quali sono le regole per chiudere la tabaccheria?
Quando un rivenditore decide un periodo di chiusura ( ferie, lavori di ristrutturazione, malattia o quant'altro) deve comunicarlo all'Amministrazione Autonoma sei Monopoli di Stato, per iscritto, in marca da bollo, sottolineando il motivo della chiusura, il periodo e indicando, nel caso sia ricevitore Lotto, la tabaccheria più vicina in grado di assolvere ai compiti di pagamento delle vincite. Questo riferimento va indicato anche nel cartello esposto al pubblico all'esterno del locale di vendita.
 
 » Vorrei trasferire la mia rivendita in un locale più idoneo poco lontano dalla sede attuale, è possibile?
E'  possibile trasferire la rivendita purchè vengano rispettate le condizioni imposte dall'Amministrazione. Se un rivenditore ipotizza un trasferimento all'interno della propria zona di influenza commerciale è sufficiente rispettare le distanze minime che variano a seconda della popolazione del Comune. Nel caso di un trasferimento al di fuori della propria zona di influenza commerciale, oltre alle distanze minime va considerata l'incidenza che la nuova rivendita avrebbe sul reddito delle tre rivendite più vicine. Questo reddito deve essere al di sopra della soglia ritenuta congrua dall'Amministrazione, inoltre devono sussistere ostacoli al proseguimento dell'attività (sfratto per finita locazione, impedimento dell'accesso ai locali per lavori stradali ecc).
 
» E' importante il contratto di locazione di una rivendita tabacchi ai fini della cessione?
Ai fini della cessione della tabaccheria l'Amministrazione richiede che il contratto di locazione sia in corso di validità, non ci sia sfratto in corso, e che la vita residua non sia inferiore ai due anni. Copia di suddetto contratto va inoltrato all'ufficio competente per territorio dopo aver sottoscritto l'atto notarile di compravendita.
 
» Dopo aver venduto un pacchetto di sigarette devo emettere lo scontrino fiscale?
No, ai sensi dell'art. 2 del D.P.R. 633/72 il commercio dei tabacchi è assimilato alle operazioni non imponibili ai fini IVA per il quale non è richiesto rilascio di scontrino fiscale. Anche le schede telefoniche, biglietti delle lotterie, biglietti autoferroviari e raccolta sui giochi, seguono lo stesso regime speciale dei tabacchi. L'obbligo di emettere lo scontrino permane per tutte le restanti categorie di prodotti o servizi.
 
» Cos'è il certificato dei Carichi Pendenti Tributari?
Il Certificato dei Carichi Pendenti Tributari è rilasciato dall’Agenzia delle Entrate su richiesta del contribuente e attesta l’esistenza di contestazioni in corso e di quelle già definite per i quali i debiti non siano ancora estinti. L’acquirente della tabaccheria è responsabile in solido con il cedente per il pagamento di imposte e sanzioni, in relazione alle violazioni commesse nell’anno in corso e nei due precedenti. La responsabilità solidale non può eccedere il valore dell’azienda ceduta. Inoltre all’Agenzia delle Entrate come ente creditore, è imposto di procedere in via prioritaria nei confronti del cedente, e, in subordine ,se il patrimonio di quest’ultimo risulti insufficiente, dell’acquirente.
 
» Sono in procinto di acquistare una tabaccheria, oltre il costo dell’avviamento da corrispondere al venditore quali altre spese devo considerare?
Oltre al costo della concessione le altre spese sono:
  • costo delle merci a magazzino
  • una tantum o novennale
  • imposta di registro calcolata sul valore dichiarato sull’atto d’acquisto della tabaccheria.
  • onorario notarile. Varia in base al valore della tabaccheria ma anche in base allo studio prescelto. E’ consigliato richiedere più preventivi.
  • costo istruttoria al Monopolio. comprende una serie di piccole spese : marche da bollo per le domande di subentro, polizze fideiussorie per la gestione dei vari servizi offerti alla clientela, assicurazioni, trasporto tabacchi ecc. corso di abilitazione professionale tenuto da funzionari AAMS della durata di tre giorni 
  • onorario agenzia immobiliare.
» Siamo due soci, possiamo intestare la tabaccheria ad entrambi?
No, non è  ammissibile una gestione societaria in quanto la responsabilità del titolare è personale.
 
» Cos’è la tassa una tantum?  (Novennale)
L’una tantum o novennale è una tassa corrisposta all’AAMS, nel momento in cui si acquista la tabaccheria per godere della concessione a rivendere tabacchi e raccogliere giocate per conto dello Stato. Per calcolarla si applica il 50% agli aggi dei tabacchi e del lotto prodotti l’anno precedente l’acquisto. 
 
» Devo nominare  un assistente,   deve essere  parente?
No , a differenza del coadiutore che deve essere parente entro il quarto grado, o affine entro il terzo,   l’assistente può essere un estraneo.
 
» Devo assumere un dipendente. Ho l'obbligo di comunicarlo all’ AAMS?
Si. Il lavoratore dipendente, dopo essere stato assunto, dovrà essere indicato all’ ufficio regionale Aams che provvederà ad abilitarlo alla vendita di generi di monopolio. L’attività dell’assistente può svolgersi in presenza del titolare o del coadiutore. L’assistente può sostituire il titolare,durante le assenze dall’esercizio, solo se ha una particolare autorizzazione dell’ufficio Aams competente.
 
» In  caso  di  morte  del  titolare chi  eredita la  concessione?
In caso di decesso del titolare, il coadiutore che vanta un servizio di almeno 6 mesi, senza aver dato luogo a rilievi, può avanzare la richiesta di subentrare nel contratto residuo senza corrispondere   l’ Una Tantum.
 
» A causa di gravi problemi di salute, vorrei vendere la tabaccheria. Chi può gestirla nel frattempo?
In caso di documentati motivi di salute, l’Ufficio Regionale AAMS permette la nomina di un rappresentante che sostituisca il titolare nelle sue funzioni. Il rappresentante può essere chiunque possegga i requisiti richiesti dall' AAMS per la conduzione di una tabaccheria. La durata della rappresentanza non può superare i due anni nell’arco del novennio.
 
» Posso affittare o dare in gestione la mia rivendita?
No. La gestione della tabaccheria deve essere in capo al titolare che risulta dagli atti di compravendita, in base agli art.28 della L.1293/58 e art. 63 del D.P.R.1074/58.
 
» Ho appena acquistato una tabaccheria posso farmi aiutare da mia moglie?
Si , essendo parente la moglie può essere nominata coadiutore ed aver diritto a collaborare con il titolare.
 
» Posso acquistare il tabacco e pagarlo in forma dilazionata ?
Si, è possibile prenotare e ritirare il tabacco presso i depositi fiscali autorizzati e pagare in forma dilazionata prestando adeguata polizza fideiussoria.
 
» Il bar vicino alla mia tabaccheria vuole vendere tabacchi , posso tutelarmi?
Un pubblico esercizio che intenda vendere tabacchi deve inoltrare istanza all'Amministrazione per il rilascio di apposito patentino.Se vengono rispettate tutte le condizioni imposte dalla normativa vigente il patentino viene aggregato alla tabaccheria più vicina.La stessa deve rifornire il pubblico esercizio in oggetto con la facoltà di trattenere l'intero aggio percepito. Ricordiamo che il patentino viene revocato qualora il pubblico esercizio non raggiunga il 15% del reddito prodotto dalla tabaccheria aggregante.
 
» Com’è la procedura per vendere i valori bollati?
Per emettere i valori bollati è necessario inoltrare domanda all’Agenzia delle Entrate che,  accolta la domanda attiverà il gestore informatico del servizio.
 
» Ho intenzione di acquistare un distributore automatico. Posso vendere oltre le sigarette anche dolciumi?
Si, è possibile vendere attraverso il distributore automatico oltre ai generi di monopolio anche merci assoggettate al regime IVA. Tali merci se venduti con questa modalità non devono essere accompagnati da scontrino fiscali, ma il corrispettivo va annotato nell’apposito registro entro le 24 ore.
 
» Ho acquistato una tabaccheria da circa un anno, la posso rivendere?
No, la legge impone un minimo di due anni di gestione prima di poter rinunciare alla rivendita.

Scopri il significato dei termini utilizzati in tabaccheria

Dizionario tabaccaio

Come puoi procedere per effettuare un acquisto sereno

Consigli acquirenti

Vendi la tua tabaccheria? Vedi il nostro metodo di lavoro

Consigli venditori

Ottenere finanziamenti per rilevare una tabaccheria.

Finanziamenti

Se hai dei dubbi fai una domanda ai nostri esperti

Le vostre domande

Quali attività puoi affiancare alla vendita tabacchi

Attività di supporto

Servizi che puoi inserire in tabaccheria

Servizi in tabaccheria

Come proteggersi da ladri e truffatori

La sicurezza